Nuove Novelle Fatte a Macchina

Teatro di narrazione per attore e chitarra. Ispirata alla favola ecologica “Il pifferaio e le automobili” che Gianni Rodari ha scritto ispirandosi a sua volta al “Pifferaio di Hamelin“. Una città invasa dalle automobili, dove i bambini non sanno dove giocare, verrà liberata da un magico pifferaio. Senza le auto, i cittadini saranno davvero felici?

  • Dai 6 anni.
  • Teatro di narrazione con canzoni originali suonate dal vivo accompagnate da chitarra.
  • Lo spettacolo ha debuttato al Teatro Le Maschere di Roma il 22 marzo 2015.

Sinossi

La città è invasa dalle automobili, al punto che nessuna auto può più spostarsi di un solo centimetro. La popolazione è stanca e protesta. Il sindaco non sa come risolvere la situazione, e si affida ad un pifferaio che promette di saperlo fare. Una ad una, seguendo il suono del suo piffero, le automobili si getteranno nel fiume, liberando così le strade, che vengono prese d’assalto dai bambini, liberi finalmente di giocare. Tutto bene? Niente affatto. I fabbricanti d’auto non sono d’accordo. E nemmeno la malavita, che sui danni causati dallo smog fa loschi affari. Il sindaco alla fine deciderà di rimettere le cose a posto, ma non tutto è stato vano. I bambini hanno imparato che un mondo migliore è possibile, e col tempo lo realizzeranno.

Note di regia

Anni fa scrissi un breve trattato di tecniche di narrazione, in seguito agli studi che mi fecero approfondire questa magica tecnica teatrale grazie agli insegnamenti di Roberto Anglisani. Fin da allora desideravo mettere in pratica questi studi, ma altre passioni non meno forti mi hanno sempre diretto altrove, nella mia ricerca scenica. Poi una copia di “Favole al Telefono” – IL libro della mia infanzia – e una chitarra scordata mi hanno suggerito qualche idea… e lo spettacolo è nato da se.